Vending Made Responsible con Amazon e PepsiCo Beverages Italia

Lunedì 2 ottobre, @GeSA con Amazon e con la collaborazione di PepsiCo Beverages Italia, ha realizzato un evento di edutainment firmato YBB – Vending Made Responsible in cui, una volta di più, si è voluto porre al centro dell’attenzione la sostenibilità ambientale.

L’obiettivo è stato quello di sensibilizzare ed educare in modo divertente i dipendenti di Amazon che lavorano nel sito di Torrazza Piemonte (TO) sul corretto riciclo dell’alluminio e di altri packaging per alimenti e bevande venduti attraverso i nostri distributori automatici.

Il format dell’evento si è tradotto in un’esperienza completa e sinergica, all’insegna di un modello di economia virtuosa e circolare da seguire, traducibile in “Tasting + Distribution & Gaming”, ovvero:

  • offerta di degustazione di Pepsi Zero in lattina, testimone del riciclo dell’alluminio;
  • consegna a ciascun dipendente Amazon del sito di Torrazza di penne realizzate in alluminio 100% riciclato;
  • fruizione di un originale gioco presente nei totem interattivi Pepsi dotati di QR Code, posizionati accanto ai nostri distributori automatici, ideato per informare, creare interesse e consapevolezza sul riciclo di alluminio e altri imballaggi come plastica e carta.

Nel complesso, dunque, una originale ed efficace iniziativa che ha posto l’accento sull’importanza strategica del riciclo dell’alluminio – e delle lattine Pepsi Zero in primis – in virtù del quale è possibile creare nuovi prodotti funzionali alla vita di tutti i giorni, contribuendo così al risparmio energetico e alla conseguente riduzione delle emissioni serra.

In sintesi, un progetto stimolante che ha saputo unire intrattenimento, sostenibilità ed educazione per favorire uno stile di vita sempre più consapevole e responsabile.

Siamo stati entusiasti di aver condiviso questa preziosa esperienza con Amazon e PepsiCo Beverages Italia e di aver contribuito a creare i presupposti per un futuro migliore e fare la nostra parte per proteggere il pianeta in cui viviamo.

2023-11-28T11:52:12+01:0028 Novembre 2023|News|